Laphroaig Select Perfect Serve

Ricreando le nebbiose e fredde langhe delle rive del lago di Loch Ness, dove legenda e realtà si uniscono, abbiamo voluto rendere omaggio allo scotch whisky Laphroaig Select: un vero e proprio assemblaggio di Single Malt della distilleria Laphroaig, realizzando per l’occasione un perfect serve ad hoc. Essendo un mix di Single Malt, abbiamo pensato di unire due diversi tipi di servizio per gustare al massimo le qualità del prodotto: quella dei Blended e quella dei Single Malt. La nostra sfida? Raffreddare il nostro scotch controllando la diluizione.

 

Our trick: COLD STONE & NESSIE’S TEARS

Per riuscire a raggiungere la temperatura di servizio del nostro perfect serve ottima, abbiamo preso come spunto le temperature medie scozzesi in cui è bevuto il whisky. La nostra attrezzatura è stata una pietra granitica a forma di uovo (uovo di Nessie) che, dopo essere stata sottoposta a temperature sotto zero, ci ha permesso di raffreddare il whisky senza diluirlo.

 

 

Per quanto riguarda la diluizione siamo rimasti fedeli alla tradizione dei rituali del whisky. Poche gocce d’acqua bastano per aprire e sprigionare meglio i suoi sentori. Partendo da un’acqua oligominerale con un basso residuo fisso, muschi e licheni, abbiamo ottenuto il nostro elisir: Nessie’s Tears (lacrime di Nessie). Un’acqua distillata con leggerissimi sentori erbacei e terrosi, la quale aggiunta al nostro whisky ci trasporta attraverso i nostri sensi nelle vicinanze di un ruscello nella Scozia più settentrionale.

L’arte di leggere il Whisky

Novanta minuti non bastano per avvicinarsi al mondo del Whisky, ma rappresentano un buon punto di partenza per addentrarci nel connubio vincente tra letteratura e single malt, organizzato da Valeria Bassetti Marketing Manager dell’Enoteca Del Frate.

Franco Gasparri, Master Ambassador Diageo,  insieme a Pino Perrone, sommelier, esperto di whisky e co-organizzatore del Whisky Festival, ci hanno guidato in questo percorso attraverso le diverse sfumature di tre dei prodotti per eccellenza della centenaria distilleria scozzese Lagavulin.

Da destra a sinistra, Valeria Bassetti, marketing manager Enoteca Del Frate,. Franco Gasparri, Master Ambassador Diageo, inisieme a Pino Perrone, sommelier, esperto di whisky e co-organizzatore del Whisky Festival e Fabio Del Frate, proprietario dell’enoteca Del Frate

 

 

Gasparri ci conduce in un viaggio che parte dalla Limited Edition 8 anni, prodotta per commemorare il bicentenario di Lagavulin nel 2016. Un prodotto non filtrato a freddo, che gli permette di conservare tutti i sentori iniziali delle materie prime con cui è stato distillato. Dalle tonalità giallo paglierino quasi dorate. Profumo con note fresche, morbide e pulite, che però nascondono un gusto decisamente più intenso di quello che ci si potrebbe aspettare.

Dopodiché il 12 anni, un prodotto imbottigliato Cask-strength (dalla botte alla bottiglia senza alcuna diluizione) con un grado pieno di 57,8% vol. Intenso al naso per via della sua gradazione con note affumicate, aromi dolci cioccolatosi e quasi pepati. Speziato e dolce al palato, sentori affumicati che ricordano le caldarroste autunnali.

E per finire, il best-seller: Lagavulin 16 anni, un whisky dolce, intenso grazie al suo invecchiamento lento in ex botti bourbon di quercia. Colore carico quasi ambrato. Aromi decisi sentori marini e quasi medicinali. Basta un sorso…a occhi chiusi e veniamo catapultati nella selvaggia isola di Islay.

Una degustazione arricchita dalla letteratura

Whisky Distilleries' book

Il risultato della degustazione all’enoteca del Frate è stata una Master Class diversa, dove il tasting va aldilà del gusto. Perroni analizza dei frammenti dei romanzi di alcuni autori, tra i quali Jean Claud Izzo, Manuel Vázquez Montalban o Santiago Gamboa. Risulta curioso notare le numerose occasioni in cui viene citato il Lagavulin nei loro racconti, dimostrandosi tutti quanti grandi amanti del Whisky.

La nota interessante risiede sicuramente nel costatare come questi autori utilizzassero il Lagavulin come elemento di realtà. Un dono da regalare ai loro personaggi per rendergli più veri e vicini alla loro esistenza. Il whisky trapassa così la linea fisica immaginaria, dal bicchiere dello scrittore alle pagine del suo romanzo con la naturalità con la quale lo sorseggiano i suoi personaggi.

APPLE DAD Cocktail – Starting with love: Happy Fathers Day!

On occasion of the recent St. Patrick’s Day, we decided to start a journey on the Emerald Island and its Celtic history, full of legends and folk traditions that bond its people to their land. Ireland is synonymous of Beer and Whiskey, but it’s less know for its cider tradition. Cider is an alcoholic beverage obtained from the fermentation of a great variety of apples.

 

apple dad - Sardwonder Blog - Craigies Irish Sider

 

We want to introduce you our new discover: Craigies Cider is an Irish craft cider made in County Carlow. 7 varieties, 6 growers, 5 counties: 100% Irish. From seed to tree and from soil to season our aim is to express the unique characteristics of Ireland’s magnificent apple orchards. No added water, no added sugar, just pure apple juice, passionately crafted into fine, complex ciders.We make our ciders using the juice of 100% pressed, Irish-grown apples and never from concentrate. Our ciders are vintage – we make them once a year – vegan, naturally gluten free, and made from apples grown in some of the best orchards in the world.

We want to introduce you to this drink which used to be part of the ordinary life of Celtic people . After an accurated research, we found a cider that was the right one for us, because of its traceability to the raw material and its acidity due to the total absence of added sugar. Then we mixed with one of the most famous whiskeys on the Irish tradition: Jameson Irish Whiskey. Finally, in order to balance the whole mix, we had made a special syrup based on honey and fresh ginger juice.
This is how we raise our glasses for all the fathers in the world. Cheers!

 

apple dad - Sardwonder Blog - jameson Whiskey Cocktail

 

Jameson is one of the most well-kown Irish whiskey on the world. Its made by a mix of malted and unmalted barley. A hard coal is used for its triple distillation, then is put into oak barrels where it starts an ageing process for the next 4 years, in order to protect its smooth taste lacking of smoke flavours. Here’s the last curiosity about Jameson: Did you know that its family motto is written in the tag? SINE METU -Without fear!

 

apple dad - fathers day jameson whiskey cocktail

 

APPLE DAD
Recipe:
45 ml Jameson Irish Whiskey
15 ml Honey ginger Syroup
90 ml Craigies Cider

Garnish:
Dried Apple
Fresh ginger slide

Preparation:
Build